Cantù, 04 gennaio 2018   |  

Passo falso del Pool Libertas a Spoleto

Il 2018 del Pool Libertas inizia con una netta sconfitta nella prima trasferta stagionale.

Partita libertas

Al PalaRota di Spoleto sono, infatti, i padroni di casa a imporsi in 3 set, portando a casa bottino pieno. Coach Cominetti deve rinunciare a Roberto Cominetti, e ripropone Lorenzo Piazza dall’inizio con Caio opposto. Gli schiacciatori sono Ricardo e Antonino Suraci, per la prima volta da titolare. Recuperato anche Dario Monguzzi, al centro insieme a Gabriele Robbiati. Luca Butti è il libero. Coach Luca Monti sceglie di schierare Matteo Bertoli opposto ad Antonio Corvetta, con Andrea Galliani e Romolo Mariano in banda, Matteo Zamagni e Lucas Van Berkel al centro, e Andrea Bari libero.

A inizio match è Spoleto a portarsi avanti con due muri su Caio (7-4). Un attacco out di Galliani e il Pool Libertas torna sotto (9-8), ma un muro di Van Berkel (a fine match saranno 6 per lui) e un attacco di Galliani costringono Coach Cominetti a fermare il gioco (13-9). Bertoli continua a martellare dai 9 metri, e Coach Cominetti chiama anche il suo secondo time-out (16-9). Al rientro in campo gli oleari conquistano il massimo vantaggio (18-10), ma lentamente comincia la rimonta canturina, aiutata da tre attacchi consecutivi out di Mariano e Galliani. Coach Monti ferma tutto (19-16). Un altro attacco out, e Cantù torna sotto (20-18), ma Bertoli ricaccia indietro i canturini e chiude il set con un ace (25-20).

Il secondo set parte con le squadre appaiate nel punteggio, ma un attacco out di Suraci permette alla Monini di prendere il doppio vantaggio (8-6). Il Pool Libertas, però, non molla, e continua a stare attaccato a Spoleto, agguantando la parità a quota 10. Un muro di Van Berkel su Robbiati ed è di nuovo +2 (13-11). Mariano spinge i suoi ancora avanti, e Coach Cominetti ferma il gioco (16-12). Al rientro in campo un paio di attacchi di Galliani (top scorer del match con 18 punti) allungano il vantaggio interno, e il Coach canturino chiama il suo secondo time-out (20-14). Il Pool Libertas prova a rientrare, ma uno scatenato Galliani ricaccia indietro tutti i tentativi di rimonta della sua ex squadra. Chiude il set una veloce di Van Berkel (25-19).

Nel terzo set sono due veloci consecutive di Robbiati a lanciare avanti il Pool Libertas, e Coach Monti vuole parlarci su (7-10). Al rientro in campo un ace di Galliani riporta sotto i suoi, e Coach Cominetti ferma tutto (10-11). Lo schiacciatore monzese continua a martellare dai 9 metri, e gli schiacciatori canturini non passano, costringendo il loro Coach a chiamare anche il suo secondo time-out (15-11). Gli umbri picchiano in battuta mettendo in difficoltà la ricezione canturina, e gli errori in attacco si accumulano. Il divario tra le due squadre diventa incolmabile, e chiude tutto un muro di Bertoli su Ricardo (25-15).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “I nostri equilibri sono saltati. Loro hanno fatto una buona partita in battuta, hanno lavorato bene con il servizio in salto. Noi non siamo stati così di qualità in questo fondamentale, non siamo riusciti a dargli fastidio, e abbiamo sbagliato molto. Inoltre, non siamo riusciti ad esprimere nostro gioco rapido con primi tempi e pipe, e loro hanno avuto tutto molto più semplice nella lettura.”

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newFB newTwitter