Como, 21 aprile 2017   |  

Per “Tempo di libri”,la mappa dei Paesi dove esportiamo libri e cultura in italiano e inglese

Export culturale: Lombardia con 666 milioni, un quarto del totale italiano Primi Francia, USA, Germania, UK, Svizzera, raddoppia la Rep. Ceca

post tdl 74efeca669dbacb3ae6f87ec481cb28c

È “Tempo di libri”: i prodotti culturali più esportati in Italia valgono oltre un miliardo all’anno, in crescita del 2%. La Lombardia con 384 milioni vale il 35% nazionale. Le maggiori destinazioni? Francia, Germania e Regno Unito. I mercati emergenti sono Repubblica Ceca, Romania, Paesi Bassi. Tra i primi anche Svizzera, Turchia e Polonia. Ed è Milano la prima in Italia per export editoriale con 172 milioni, il 16% nazionale, quasi un quinto. Seguono Modena con 163 milioni, il 14,6% e Bergamo con 133 milioni, 11,9%. Tra le prime lombarde anche Monza e Varese. Ma non solo libri: dai prodotti delle attività cinematografiche alla fotografia e all’intrattenimento, dagli strumenti musicali agli articoli sportivi: sono i prodotti della cultura e del tempo libero “made in Italy” nel mondo e valgono quasi 3 miliardi di euro all’anno (+1,2%). In Lombardia sono comunque libri e prodotti dell’editoria a valere di più: il 58% dell’export culturale lombardo. La percentuale sale al 92% per Bergamo, all’85% per Lodi e al 69% per Varese.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Settembre 1943 Salvo d'Acquisto si offre in cambio della vita di 22 civili rastrellati dai tedeschi per rappresaglia contro un attentato compiuto il giorno prima, viene fucilato a Roma, in località Torrimpietra. Riceverà la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Social

newFB newTwitter