Como , 16 maggio 2018   |  

Piano mobilità ciclistica migliora qualità aria

La mobilità ciclistica, ancor più delle altre forme di trasporto a basso impatto ambientale

1440x960+BICI+ciclabile+0

«Il Piano della mobilità ciclistica è nato per costruire linee di intervento specifiche per favorire forme di mobilità ecosostenibili e quindi più vicine alle esigenze di tutela dell'ambiente».  E'quanto affermato dall'assessore all'Ambiente e clima di Regione Lombardia partecipando al convegno 'Mobilità ciclistica in provincia di Varese: punto della situazione e scenari di sviluppo'.

«La mobilità ciclistica, ancor più delle altre forme di trasporto a basso impatto ambientale - ha proseguito l'assessore - è in grado di contribuire a risolvere la presenza degli inquinanti e delle polveri sottili che peggiorano la qualità dell'aria. Le polveri sottili  sono particolarmente critiche nelle aree urbane e sviluppare la mobilità ciclistica in queste zone è uno strumento utile per sostenere politiche ambientali di miglioramento della qualità dell'aria. Il progetto europeo 'Life Prepair' per la qualità dell'aria del Bacino Padano sostiene iniziative a favore della mobilità ciclistica. La Lombardia sta camminando nella direzione giusta con percorsi che favoriscono il rilancio della mobilità ciclistica che ricomincia ad essere una opportunità nelle scelte di spostamento dei cittadini. Le piste ciclabili - ha concluso il titolare della delega all'Ambiente in giunta regionale - servono anche per garantire la sicurezza di chi si sposta in bici: favorire scelte di trasporto più compatibili con l'ambiente garantendo anche la sicurezza sono due modalità efficaci per incentivare l'utilizzo di questo mezzo di trasporto».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Novembre 2011 dopo alcuni giorni di consultazioni, nasce ufficialmente (prestando giuramento) il governo presieduto da Mario Monti.

Social

newFB newTwitter