Como, 23 febbraio 2019   |  

Piccoli Comuni Sindaci a Montecitorio

Venerdì 22 Febbraio, a Montecitorio, amministratori locali che quotidianamente impegnati sul territorio ad affrontare e risolvere problemi concreti con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini.

SINDACI A MONTECITORIO

Venerdì 22 Febbraio,  a Montecitorio è stata una giornata importante per gli amministratori locali che quotidianamente sono impegnati sul territorio ad affrontare e risolvere problemi concreti con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei  cittadini.

« Al Presidente Giuseppe Conte abbiamo ribadito la nostra determinazione e mission, quella di salvaguardare le nostre città che sono un bene di tutti. Da lombardi non potevamo, però, non sottolineare la necessità di una maggiore attenzione ai piccoli Comuni che nella nostra regione rappresentano quasi il 70% del totale». Lo ha detto il Vice Presidente di Anci Lombardia e Vice Sindaco di Cermenate (Co) Federica Bernardi a margine della manifestazione “Lo Stato dei beni Comuni” che ha portato tutti i primi cittadini in Parlamento per portare la loro esperienza e le pratiche locali per la cura e valorizzazione dei beni comuni. In rappresentanza dell’Associazione Nazionale dei Comuni lombardi, era presente a Montecitorio, oltre a una delegazione di sindaci guidata da Federica Bernardi, il Segretario Generale di Anci Lombardia Rinaldo Redaelli.

«In Lombardia – ha spiegato Federica Bernardi – abbiamo 1041 Comuni con meno di 5.000 abitanti. Parliamo di piccole realtà che spesso devono fare i conti nella gestione del territorio con lacci lacciuoli di misure pensate per i grandi Comuni che evidentemente non vanno bene per i più piccoli. Anci Lombardia è al fianco di tutti gli amministratori, in primo luogo di chi amministra piccoli Comuni e siamo a disposizione su tutti i temi di attualità».

«Come Anci Lombardia vogliamo – ha concluso – porre l’accento sulla questione dello spopolamento dei nostri Comuni, specie i più piccoli che negli ultimi anni registrano un saldo migratorio negativo. Questi Comuni hanno bisogno di misure ad hoc per rilanciare i propri territori, registriamo alcuni segnali positivi, ma abbiamo voluto chiedere al Governo un focus specifico sulle piccole realtà e sulle loro specificità».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Giugno 1946 si insedia l'Assemblea costituente della Repubblica Italiana con Giuseppe Saragat alla presidenza

Social

newFB newTwitter