Seveso, 03 settembre 2019   |  

Premio letterario Nazionale Emanuela Radice

La seconda edizione del premio letterario entra nella sua ultima fase. La Giuria di qualità stabilisce i tre vincitori su una rosa di 14 finalisti. La premiazione avrà luogo a Seveso il 14 Settembre

radice1

La giuria di qualità del Premio Letterario Nazionale “Emanuela Radice”  formata da Hafez Haidar (Presidente onorario), Anna De Castiglione, Nicoletta Sipos, Marco Speciale, Michela Tilli e Emanuele Altissimo,  si è espressa in merito alla valutazione dei 14 racconti finalisti la cui lista è stata pubblicata il 25 Agosto sulla pagina internet ufficiale dell’associazione.

La giuria ha indicato i nomi dei tre vincitori, riservandosi di presentare la classifica finale nel corso della cerimonia di premiazione che avrà luogo a Seveso (MB) in data 14 Settembre.

La cerimonia si terrà presso la sede della Fondazione Lombardia Ambiente (FLA), Largo 10 luglio 1976, n. 1, cerimonia aperta al pubblico e a ingresso gratuito, con inizio alle ore 15:30.

I tre racconti vincitori,  ordine alfabetico per autore, sono i seguenti: 

Nel tempo di un caffè di Lavinia Brilli; Le due torri di Bruno Melis;  Tempo scaduto di Marina Scrivani.

In occasione della premiazione verranno inoltre attribuiti il Premio speciale della Giuria, il Premio speciale della Critica e il Premio speciale dell’Associazione “Bottega Letteraria”, organizzatrice dell’evento.

Gli altri racconti finalisti sono i seguenti:  Il mio tempo di Giovanna Fidone; Achille e la Montagna del Tempo di Lorenzo Sartori; L'inviata di Gutemberg di Sergio Tresin Satalich; Fattore tempo di Francesca Ravioli; Il tempo di uno sguardo di Anna Elisa De Gregorio; Per sempre di Rosella Guglielmetti; Cinque stellette Amazon di Angelo Basile; Il guardiano di Ivana Saccenti; Autunno e primavera di Sandra Frenguelli; Il senso del tempo di Bruno Bianco; Trama di Arianna Biavati

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Settembre 324 Costantino I sconfigge definitivamente Licinio nella battaglia di Crisopoli, diventando l'unico imperatore dell'Impero romano.

Social

newFB newTwitter