Como, 10 gennaio 2018   |  

Presa la banda della rapina di luglio all'Anelda di Mozzate

Padre e figlio e due complici specializzati in raid nel milanese

carabinieri2

Rapina e sequestro di persona. I carabinieri hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare nei confronti di accusati di rapina e sequestro di persona con riferimento a una rapina avvenuta il 21 luglio scorso a un deposito merci di Mozzate . Un commando di tre rapinatori, armati, e assistiti da un quarto complice all'esterno, fece irruzione nel magazzino della ditta Anelda, tenne sotto sequestro i cinque dipendenti, obbligandoli a caricare su un tir biciclette da corsa di marca per un valore di quasi 300 mila euro.

L'autista venne obbligato sotto la minaccia della pistola a trasportare il carico nel Milanese, dove le biciclette furono scaricate, e fu poi liberato a Melegnano. Le indagini hanno portato all'identificazione prima di padre e figlio, Matteo e Marco De Giglio, di 57 e 29 anni, già detenuti per una rapina assai simile messa a segno a Pieve Emanuele, nel Milanese. I due sono stati arrestati assieme ai presunti complici, Antonio Leprinetti, 46 anni, di Milano e Gesualdo Cusumano, 63 anni di Filago (Bergamo).

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newFB newTwitter