Como, 27 novembre 2016   |  

Qualità della vita: Como scivola al 44esimo posto

Nella classifica 2015 la nostra città occupava il 25esimo posto

aerea como 4

C’è un nuovo leader a guidare la classifica annuale di ItaliaOggi-Università La Sapienza di Roma sulla Qualità della vita: è Mantova. Che spezza, infatti, la lunga serie positiva di Trento (ora seconda), al primo posto senza interruzioni dal 2011. Altro nuovo ingresso sui gradini più alti del podio è Belluno, terza, in salita dall’ottava posizione. Scivolano, quindi, Pordenone (da terza a quarta) e Bolzano (da seconda a ottava).

Ai primi dieci posti della classifica di ItaliaOggi ci sono, dopo Mantova e Trento, Belluno (terza, in salita dall’ottava posizione), Pordenone (da terza a quarta) e poi Siena, Parma, Udine, Bolzano (ottava, in calo dalla seconda posizione dello scorso anno), Vicenza e Lecco (decima).

Como si posiziona al 44esimo, in discesa rispetto al 35esimo dello scorso anno.

Agli ultimi posti, nell’ordine: Carbonia-Iglesias (100esima), Medio Campidano, Reggio Calabria, Imperia (l’unica del Nord Italia in fondo alla classifica), Palermo, Caltanissetta, Trapani, Agrigento, Napoli, Siracusa e Crotone (nella posizione 110, l’ultima).

Quest’anno, in generale, tra le 54 province con una scarsa o insufficiente qualità della vita, 6 sono dislocate nel Nord Ovest, 2 sono nel Nord Est, 7 in Italia centrale e 39 su 41 in Italia meridionale e insulare, con livelli sostanzialmente stabili rispetto allo scorso anno nelle province del Nord Ovest, in miglioramento nel Nord Est e in Italia centrale, e con un lieve peggioramento nell’Italia meridionale e insulare.

In generale il livello medio di qualità della vita è insufficiente e non accenna a migliorare nelle regioni del Sud e anzi si sono dissolte quelle isolate zone di benessere che fino a qualche anno fa erano riscontrabili nel Meridione.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Febbraio 1743 a Lucca nasce Ridolfo Luigi Boccherini (morirà a Madrid il 28 Maggio 1805), prolifico compositore, principalmente di musica da camera, considerato il maggior rappresentante della musica strumentale nei Paesi neolatini europei durante il periodo del Classicismo

Social

newFB newTwitter