15 settembre 2016   |  

Referendum in Canton Ticino: preoccupazione per i frontalieri

Lavoratori locali al posto dei frontalieri: è questo il tema del referendum, in programma il 25 settembre.

referendum.jpg

I residenti del Canton Ticino saranno chiamati alle urne il 25 settembre per esprimersi sulle assunzioni di stranieri. Il referendum, proposto dal partito Udc con l'appoggio della Lega dei Ticinesi, mira, a parità di qualifica professionale, a dare la precedenza nelle assunzioni ai connazionali, rispetto agli stranieri.

"Spero negli elettori ticinesi - dice Antonio Locatelli, coordinatore provinciale dei frontalieri del Verbano Cusio Ossola - affinché non diano seguito a teorie e richieste insostenibili e poco democratiche. E' però giunto il momento che le nostre istituzioni, a qualsiasi livello, si sveglino e prendano seriamente di petto queste continue azioni discriminatorie che penalizzano non solo i frontalieri, ma tutta l'economia di frontiera. Se il risultato del referendum dovesse penalizzarci - conclude - ci sarebbero gli estremi per bloccare gli accordi bilaterali con la Confederazione Elvetica".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Ottobre 202 a.C. battaglia di Zama. Scipione l'Africano sconfigge Annibale, assicurando la vittoria alla Repubblica romana

Social

newFB newTwitter