Colico, 05 luglio 2018   |  

Sabato 7 luglio all’Abbazia di Piona con Diego Matheuz

Anche i i ragazzi degli atelier del Festival, protagonisti della prima assoluta di Il viaggio di Aurora di Felix Mendoza.

quartetto musicasullacqua c Camilla Mastaglio

Dopo il successo dell’inaugurazione dello scorso sabato, con il debutto della MACH Orchestra diretta dalla celebre bacchetta Diego Matheuz a Morbegno, il Festival Musica sull’Acqua torna a Colico (Lc) dove si svolgeranno gran parte dei concerti in programma fino al 25 luglio.

L’appuntamento è per giovedì 5 luglio all’Enoteca Porto Vino (via Montecchio Nord, ore 18.30, ingresso libero) per il primo Caffè del Festival , protagonisti alcuni musicisti da tanti anni amici del Festival e di fama internazionale: insieme a Francesco Senese, direttore artistico del Festival e violinista dell’Orchestra Mozart, ritroveremo Daniele Carnio, primo contrabbasso dell’Orchestra Regionale Filarmonica Veneta e membro anche lui della Mozart, e i percussionisti Antonio Mendoza della Simón Bolívar Symphony Orchestra e Christian Guyot professore alla “Schola Cantorum” di Parigi e al conservatorio Viry-Chatillon e da anni insegnante agli atelier del Festival riservato ai più piccoli.

Programma tutto da inventare, fra improvvisazioni e musica a sorpresa in cui troveranno a dialogare gli archi del violino e del contrabbasso con il ritmo delle percussioni.

Si rimane a Colico sabato 7 luglio (ore 21), questa volta nella cornice, suggestiva, dell’Abbazia di Piona, per Il viaggio di Aurora nuovo lavoro che Felix Mendoza ha composto in questi giorni lavorando insieme ai ragazzi degli atelier del Festival. Con la talent coaching Patrizia Belotti e Francesca Frediani della Grande Fabbrica delle Parole, i ragazzi sono stati guidati nella creazione e realizzazione della nuova opera di Mendoza, fedele al tema di questa edizione del festival che è il Sogno legato al Viaggio.

Sul palco dunque i ragazzi dell’Orchestra Giovanile del Festival, che hanno avuto l’occasione, davvero straordinaria, di studiare in questi giorni con Diego Matheuz che sabato li dirigerà, insieme all’Ensemble di Percussioni e il Corpo Mimico del Festival guidati da Cristian Guyot e Tony Lopresti. E accanto ai ragazzi, come sempre, ci saranno i loro insegnanti e talenti affermati: Francesco Senese (violino), Daniele Carnio e Johane Gonzalez (contrabbassi), Roberto Armocida (sax), Anton Dressler (clarinetto), Kerem Brera (violoncello) . Il programma si completa con l’esecuzione di un nuovo pezzo di Cristian Guyot.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Ottobre 1979  Madre Teresa di Calcutta riceve il Premio Nobel per la pace

Social

newFB newTwitter