Lugano, 25 febbraio 2020   |  

San Gallo e Young Boys testa a testa in classifica

di cristiano comelli

rime erano e tali restano. Nella sfida clou della giornata della "Reiffesen Super League", San Gallo e Young Boys, in casa dei primi al "Kybunpark", danno vita a un pirotecnico 3-3 che le lascia ambedue a quarantacinque punti

calcio svizzero

Un andamento emozionante e pieno di colpi di scena, quello della sfida tra biancoverdi e gialloneri, prima ha colpito il San Gallo con Fazliu, poi i bernesi hanno pareggiato con Nsame (capocannoniere delcampionato con le sue diciassette reti) e rivolto la situazione a loro favore con Ngamaleu. Nuovo pareggio sangallese con Lefort e vantaggio con Gortler all'ultimo minuto.

Ma, per effetto dei ben nove minuti di recupero concessi dall'arbitro Alain Bieri, i bernesi hanno pareggiato poi con un calcio di rigore trasformato da Hoarau. Alle spalle del duo, staccato di ben cinque punti, vi è il Basilea che, dopo essere stato in vantaggio di due reti contro il coriaceo Servette, si è fatto rimontare dai ginevrini sul 2-2. I Grenats di Alain Geiger sono a tre punti dai renani e proseguono il loro ottimo campionato.

Pareggiano con identico punteggio il Thun (1-1 in casa con un Lucerna che, da quando si è seduto Fabio Celestini, ex tecnico del Lugano, sulla sua panchina non ha steccato neppure un turno e si porta sempre più in sicurezza con 31 punti), e lo Zurigo (1-1 con il Neuchâtel Xamax).

Finisce non da ultimo a reti bianche la sfida del "Cornaredo" di Lugano tra i bianconeri di Maurizio Jacobacci e il Sion di Ricardo Dionisio Pereira. Thun e Neuchâtel Xamax continuano a restare fanalino di coda con 19 punti ma hanno il Sion, situato solo quattro lunghezze sopra, nel mirino. Poco più in su, settimo e non ancora al riparo da situazioni problematiche, vi è il Lugano a quota 26. In "Brack Ch Challenge League" il Losanna prosegue la sua marcia trionfale andando a prendersi una sonora vittoria per 4-0 sul terreno del Winterthur. I punti, ora, per i vodesi capolisti sono 52, ben quindici in più rispetto al duo Vaduz- Grasshoppers.

L'orgoglio calcistico del Liechtenstein ha pareggiato per 1-1 sul terreno di uno Stade Lausanne Ouchy sempre più al sicuro, le cavallette hanno interrotto una serie negativa strapazzando lo Sciaffusa nella terra delle cascate per 3-0. Ossigeno per il Chiasso che dimostra di credere ancora nella salvezza superando per 2-0 in casa il Wil e portandosi, pur ultimo, a diciassette punti e meno sette dallo Sciaffusa.

Resta da dare conto del pirotecnico pareggio in terra argoviese tra Aarau e Kriens (4-4). Il primo naviga in bassa classifica ma non dovrebbe finire nel risucchio pericoloso, il secondo è in piena lotta con Vaduz e Grasshoppers per l'accesso al barrage ovvero lo spareggio con l'ultima squadra di "Super League" che potrebbe garantire il salto di categoria.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

28 Maggio 1980 a Milano, giovani terroristi delle Brigate rosse assassinano Walter Tobagi, giornalista del Corriere della Sera

Social

newFB newTwitter