Milano, 08 giugno 2017   |  

Sanità: riduzione del precariato lombardo

L'assessore al Welfare di Regione Lombardia: "Da tempo attenta a riduzione fenomeno"

medici komC 258x258Quotidiano Sanita Web

Riportiamo la risposta dell'assessore al Welfare di Regione Lombardia al presidente dell'Ordine dei Medici chirurghi e degli odontoiatri (Omceo) della provincia di Milano Roberto Carlo Rossi, in risposta a una sua missiva sul tema del personale ospedaliero precario.

"Gentile presidente Rossi, in riferimento alla sua lettera, le comunico che dagli ultimi dati ufficiali rilevati nel periodo dal 31/12/15 al 31/12/16 non emerge assolutamente, come lei sostiene, l'incremento del precariato nelle strutture sanitarie lombarde ed in particolare dell'area Milanese (Ospedale Fatebenefratelli/Sacco/Buzzi, Ospedale Niguarda, Ospedale Pini/Cto, Ospedale Santi Paolo ed ex Ospedale Icp (ora Ospedale Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni). Anzi dal raffronto di tali dati risulta che complessivamente il personale medico precario diminuisce. Nello specifico personale contrattista, da intendersi quale personale co.co.co. e partita Iva. Un numero che fa sì che ci si attesti sulla percentuale del 14% sul totale del personale medico a tempo indeterminato e determinato di tali ospedali. Le segnalo, inoltre, che anche il personale medico dipendente a tempo determinato per l'area milanese si attesta su una percentuale di circa l'8% del totale del personale in servizio, in una posizione assolutamente migliore di altre Regioni. Le sottolineo che fin dal 2014 Regione Lombardia è attenta alla riduzione del fenomeno del precariato in sanità, avendo autorizzato nei piani di gestione delle risorse umane il turn over standard dell'85% (innalzato al 90% per l'anno 2017), con punte del turn over del 100% per alcune aree critiche di carattere sanitario. Inoltre Regione Lombardia dal 2015 sta favorendo tutte le politiche di stabilizzazione del personale precario in conformita' alle norme vigenti. Sarà cura di Regione Lombardia  conclude farsi carico di un monitoraggio continuo di questa forma di precariato, al fin di rassicurare l'Omceo di Milano in ordine all'attenzione che la Direzione generale Welfare ha nei confronti di questa tematica".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Agosto 1991 la Lettonia dichiara l'indipendenza dall'Unione Sovietica

Social

newFB newTwitter