Cantù, 23 ottobre 2017   |  

Sodini: finalmente concentrati per tutta la partita

In un “PalaBancoDesio” rovente la Red October Cantù batte la Dolomiti Energia Trentino 88 a 80

octoberdownload

La Red October Cantù batte la Dolomiti Energia Trentino 88 a 80 di fronte al proprio pubblico, in un “PalaBancoDesio” rovente, tornato finalmente a ruggire.

Nel post gara coach Marco Sodini ha analizzato il match con la solita lucidità che lo contraddistingue, soffermandosi sull’intensità della sua squadra, finalmente concentrata per tutti i quaranta minuti di partita.

IL COMMENTO DI SODINI

Alla mia squadra ho detto che, per come si stava allenando in settimana, non meritava di giocare un’altra partita come quella di Varese. Negli spogliatoi ho chiesto ai miei giocatori di tenere l’intensità degli allenamenti perché hanno il diritto di competere, a differenza di come è andata contro Varese.

Oggi, in alcuni momenti della partita, abbiamo sofferto la fisicità e l’organizzazione di Trento ma per la prima volta ci siamo parlati. In campo si sono dati una mano tra di loro, per tutta la durata del match.

È la prima volta che giochiamo per quaranta minuti: con Cremona ad esempio avevamo giocato meglio, ma soltanto per 25’. Così come a Varese per 15’ oppure come a Sassari, però solo per due quarti. Nelle altre gare, a tratti, abbiamo giocato meglio di oggi ma questo non è abbastanza. Poi abbiamo un capitano (Jeremy Chappell, ndr) che sta diventando con il passare del tempo uno dei leader di questa squadra, pur non essendo un “chiacchierone”.

A me piace chi si prende le responsabilità e lui, da capitano, se le sta prendendo ».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newFB newTwitter