Lugano, 18 febbraio 2020   |  

Super League elvetica poca fortuna per le due capoliste

Giornata di sorprese il ventiquattresimo turno della Super League elvetica. Perdono infatti ambedue le capoliste

Super league elvetica

Lo Young Boys che cede per 2-1 sul terreno di un ispirato Lugano e il San Gallo che cede di misura (0-1) sul terreno di un Lucerna alla quinta vittoria di fila e quarta sotto la gestione del tecnico ex Lugano Fabio Celestini. San Gallo e Young Boys restano in vetta con 44 punti, cinque in più del Basilea che perde clamorosamente per 1-0 sul proprio campo dal fanalino di coda Thun.

Avanza molto bene a tre punti dai renani il Servette che, nel suo "Stade de Geneve", annichilisce lo Zurigo con un eloquente 4-1 portandosi al quarto posto. Il Neuchâtel Xamax coglie tre punti dorati in chiave di possibile salvezza andando a prendersi il 2-1 sul campo di uno spento Sion nel derby della Svizzera francese. In "Brack Challenge League" prosegue la marcia trionfale del Losanna che supera l'Aarau per 1-0 si porta a quarantanove punti, tredici in più del Vaduz secondo dopo il pari casalingo con il fanalino di coda Chiasso.

Al terzo posto ruggisce il Kriens che prevale per 1-0 sul terreno del quotato Grasshoppers però sempre più in crisi. I biancoverdi scavalcano così le cavallette al terzo posto. Quinto con trentuno punti, nella lotta per l'accesso allo spareggio per cercare di finire in Super League si inserisce anche il Winterthur che prevale nel suo stadio per 1-0 contro lo Stade Lausanne Ouchy. Non si fanno male invece Wil e Sciaffusa (0-0).

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Maggio 1992 a Palermo si celebrano i funerali di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e dei tre agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, vittime della Strage di Capaci

Social

newFB newTwitter