Como , 22 febbraio 2019   |  

Svizzera-Italia unificare orari apertura negozi

Gli incontri tra le due parti avvengono con una certa frequenza. L’amministrazione comunale di Lugano con il sindaco Marco Borradori ha spesso voluto tastare il polso delle necessità dei commercianti cittadini con l’intento di conservare il ruolo centrale di questi ultimi nel contribuire alla crescita economica e alle necessità dei cittadini.

interreg italia svizzera 550668.610x431

Gli incontri tra le due parti avvengono con una certa frequenza. L’amministrazione comunale di Lugano con il sindaco Marco Borradori ha spesso voluto tastare il polso delle necessità dei commercianti cittadini con l’intento di conservare il ruolo centrale di questi ultimi nel contribuire alla crescita economica e alle necessità dei cittadini.

Un ultimo incontro avvenuto una manciata di giorni fa ha fatto emergere una necessità congiunta: scrivere al Consiglio di stato per chiedere un incontro volto a discutere riguardo agli orari di apertura dei negozi.

«I commercianti – recita un comunicato diffuso dal comune – hanno ribadito la necessità di poter godere di una maggiore flessibilità per quanto riguarda le aperture come oggi avviene sulla base di un sistema di deroghe per Ascona e Morcote, riconosciute come località turistiche”. Il comune sottolinea come il regime di commercio attuale fissato dalle normative cantonali debba essere rivisto poiché non figura più in sintonia con le mutate necessità dei consumatori. “Il quadro legislativo odierno – prosegue il comunicato del comune – penalizza i commercianti e va ad aggiungersi alle diverse concause dell’andamento negativo del settore. Affrontare in modo concreto una questione che si protrae ormai da decenni in favore di una maggiore flessibilità è quindi un aspetto prioritario».

Il comune retto da Borradori si è detto disponibile sia a contribuire a una discussione sulla materia sia a farsi portavoce delle istanze dei commercianti nell’interesse loro, della clientela e del turismo. Da qui la richiesta al Consiglio di Stato per un incontro sul punto. (Cri.Com.)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Maggio 1961 Papa Giovanni XXIII pubblica la lettera enciclica Mater et Magistra sulla cristianità e il progresso sociale

Social

newFB newTwitter