Cantù, 31 dicembre 2017   |  

Ultima gioia del 2017 per il Pool Libertas, che conquista bottino pieno contro Taviano

Il 2017 del Pool Libertas Cantù si conclude come meglio non poteva, e cioè con una vittoria per 3-1 contro una squadra difficile da affrontare come il Pag Taviano.

IMG 6529

Il 2017 del Pool Libertas Cantù si conclude come meglio non poteva, e cioè con una vittoria per 3-1 contro una squadra difficile da affrontare come il Pag Taviano.

Coach Cominetti deve rinunciare a Capitan Monguzzi ancora dolorante alla schiena, e schiera il giovane Frattini in diagonale con Robbiati. A completare la formazione Baratti in cabina di regia, Caio opposto, Cominetti e Ricardo schiacciatori, con Suraci inserito nel corso del match, e Butti libero, ma ancora alle prese con la distorsione alla caviglia. Coach Licchelli scegli Piedepalumbo palleggiatore, Bigarelli opposto, Astarita e Ruiz schiacciatori, Torsello e Smiriglia centrali, e Percoco libero.

Il Pool Libertas parte concentrato, e in un attimo si porta 6-1 guidato da Caio e da un buon turno al servizio di Cominetti. Coach Licchelli chiama subito il suo primo time-out. Taviano prova a rosicchiare qualche punto ai padroni di casa, ma i canturini non mollano. Due errori dei suoi costringono il Coach ospite a fermare nuovamente il gioco (15-9). Al rientro in campo un ace di Cominetti sancisce il massimo vantaggio interno (17-9). Si continua a lottare su ogni pallone, ma un buon turno in battuta di Ruiz permette al Pag di riavvicinarsi, e Coach Cominetti vuole parlarci su (21-17). Al rientro in campo i padroni di casa riprendono in mano il servizio e una veloce out di Torsello gli consegna il primo set point (24-18). Un’invasione in attacco di Bigarelli vista al videocheck consegna il set a Cantù alla seconda occasione (25-19).

A inizio secondo set è un ace di Bigarelli a rompere la parità, e un attacco out di Caio costringe Coach Cominetti a fermare il gioco (5-8). Robbiati e Caio riportano sotto i canturini, e la parità viene raggiunta a quota 9 con un ace di Baratti. Un attacco mani out di Caio ed è sorpasso, con Coach Licchelli a chiamare time-out (10-9). Si prosegue punto a punto, fino ai due errori in attacco degli schiacciatori pugliesi che permettono a Cantù di agguantare il doppio vantaggio (17-15). Taviano, però, non molla, e la parità a quota 18 è raggiunta da un muro di Smiriglia su Suraci. Caio la mette a terra, e Coach Licchelli ferma tutto (20-18). Ancora l’opposto brasiliano protagonista per il 23-20. Un attacco out e un muro di Robbiati su Bigarelli e il set è chiuso (25-21).

Il terzo set inizia con le due squadre in parità, fino all’infrazione di Ricardo e alla veloce di Torsello che mandano il Pag avanti. Coach Cominetti ferma il gioco (8-11). Ricardo e Robbiati provano a rosicchiare qualche punto (10-12), ma Torsello e Ruiz li ricacciano indietro, con il Coach canturino a chiamare il suo secondo time-out (10-15). Il Pool Libertas lotta, ma non riesce a ricucire lo strappo, che anzi aumenta sotto i colpi di Astarita e Bigarelli (14-22). Un ace di Suraci e i canturini recuperano, ma Coach Licchelli ferma tutto (17-22). I padroni di casa continuano a martellare dai nove metri, e il Coach pugliese chiama anche il suo secondo time-out (20-23). Ruiz consegna il primo set point ai suoi, e il parziale viene chiuso dallo stesso schiacciatore spagnolo dopo un’incredibile rimonta canturina (23-25).

Nel quarto set Taviano scatta subito avanti guidata da Smiriglia, e Coach Cominetti ferma subito il gioco (2-5). Un ace di Caio e il punteggio è in parità a quota 7. Si prosegue punto a punto fino a un muro di Piazza su Astarita che costringe Coach Licchelli a fermare tutto (12-10). Ruiz riporta sotto i suoi (15-14). Un fallo in palleggio di Piazza ed è parità a quota 17, ma è lo stesso palleggiatore pescarese aiutato da Suraci a rilanciare l’azione del Pool Libertas, con Coach Licchelli a chiamare il suo secondo time-out (19-17). Si prosegue con le due squadre a lottare palla su palla. Bigarelli attacca out consegnando il primo match point agli avversari (24-21). Ruiz manda out la battuta e consegna set e partita a Cantù (25-22).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Oggi abbiamo conquistato tre punti importantissimi, perché se Taviano rientra nel girone di mezzo abbiamo già sei punti di vantaggio su di loro. Adesso come adesso per noi era importantissimo giocarci questa partita per arrivare nelle prime otto, e adesso vediamo cosa riusciremo a fare nelle prossime partite per poi magari sognare qualcosa in più. Ai ragazzi ho detto prima della partita che dobbiamo giocare con il piacere di divertirci e non con l’assillo dei tre punti. Con le vittorie nelle ultime due partite ci siamo un po’ scrollati di dosso questa situazione, che ci dava troppa pressione. Il nostro problema oggi è quello che abbiamo avuto un altro piccolo infortunio a Roberto Cominetti, che ci ha comunque aiutato nel giro dietro, ma aggiungendo anche lui a Butti e Monguzzi siamo in allarme. Nei prossimi giorni cercheremo di stare a riposo il giusto per riuscire a presentarci a Spoleto in forma decente.”

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Dicembre 1842, a Fraciscio di Campodolcino (Como),  nasce don Luigi Guanella (morirà a Como il  24 ottobre 1915), riconosciuto santo dalla Chiesa cattolica.  A lui si deve la fondazione delle congregazioni cattoliche dei Servi della Carità e delle Figlie di Santa Maria della Divina Provvidenza.

Social

newFB newTwitter