Como, 21 ottobre 2021   |  

Variante Tremezzina report lavori

Tutti gli enti hanno già avuto contatti con ANAS, soprattutto per lavori necessari prima dell’avvio del cantiere, in particolare in termini di rimozione interferenze e attivazione di nuove forniture.

tremez1

Il Prefetto, Andrea Polichetti, e il Presidente della Provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca hanno voluto fare oggi il punto con ATS Insubria, Ispettorato territoriale del Lavoro e Inal sulle iniziative di prevenzione degli infortuni sul lavoro da adottare durante i 4 mesi di chiusura della Statale Regina.

Continuano quindi i tavoli di confronto con tutti gli enti e le realtà della provincia al fine di coordinare e affrontare al meglio le ricadute sul territorio dei lavori per la realizzazione della Variante della Tremezzina. “Regione Lombardia ha previsto precise linee di indirizzo per la prevenzione e la sicurezza dei cantieri per grandi opere come questa – hanno sottolineato da ATS Insubria – sarà opportuno condividerne l’applicazione con ANAS e l’affidatario.

Si tratta, infatti, di indicazioni necessarie per tutelare al massimo la salute dei lavoratori coinvolti”. Prefetto e Presidente hanno quindi chiesto di individuare uno strumento formale attraverso il quale sia committente che impresa si impegnino a fare queste attività non obbligatorie in modo da poterlo sottoporre ad ANAS e Consorzio Stabile SIS. Un protocollo che, partendo proprio da questi dati e dalle linee guida regionali, oltre che basandosi su esperienze precedenti, permetta di mettere in campo le iniziative di prevenzione più adeguate.

A seguire Prefetto e Presidente hanno incontrato anche gli enti erogatori di servizi, 2i Rete Gas, Como Acqua ed Enel Distribuzione, per capire le loro eventuali esigenze e l’organizzazione da parte loro di possibili interventi di emergenza.

Tutti gli enti hanno già avuto contatti con ANAS, soprattutto per lavori necessari prima dell’avvio del cantiere, in particolare in termini di rimozione interferenze e attivazione di nuove forniture. “Per garantire la continuità degli interventi di risoluzione dei guasti sono state illustrate tutte le soluzioni di viabilità alternativa, anche in base alle dimensioni dei mezzi impiegati – spiegano Prefetto e Presidente – e si ipotizzerà sia una collaborazione con la Navigazione per il trasporto dei veicoli di servizio sui traghetti, sia la possibilità, nei quattro mesi di chiusura, di avere dei mezzi al di là del blocco di Colonno”. Eventuali comunicazioni relative a interruzioni di servizio in quell’area saranno veicolate anche attraverso il sito internet della Provincia e dal canale Telegram “Variante della Tremezzina”.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

3 Dicembre 1906 viene firmato il primo contratto collettivo di lavoro tra il sindacato Fiom (Federazione impiegati operai metallurgici) e la fabbrica di automobili Itala di Torino.

Social

newFB newTwitter