Bergamo , 10 agosto 2017   |  

Muore cacciatore punto da calabrone

L'uomo stava ripulendo il prato, quando nell'erba ha urtato un nido di insetti.

puntura di calabrone 500x325

Un agenzia Ansa riporta la notizia del  cacciatore di 51 anni, Roberto Frigeni, di Bracca, è morto oggi, giovedì 10 Agosto, all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo a seguito dello choc anafilattico che l'aveva colpito dopo essere stato punto da un calabrone, martedì, mentre si trovava nei pressi di un roccolo a Spino al Brembo, vicino Zogno. L'uomo stava ripulendo il prato, quando nell'erba ha urtato un nido di insetti.

Da martedì il cinquantunenne era ricoverato in gravissime condizioni e in coma farmacologico. La puntura dell'insetto aveva infatti causato lo choc anafilattico e il cacciatore aveva subito perso conoscenza. Immediati i soccorsi, anche in elicottero. 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

13 Dicembre 1294 papa Celestino V abdica, compiendo il dantesco Gran Rifiuto

Social

newFB newTwitter