Como, 11 luglio 2018   |  

Malpensa: giornata paralimpica 2018

Fatturato da 6,3 miliardi, in Italia, sci e ciclismo in testa

Schermata 2018 03 07 alle 22.22.09

E' in arrivo in Lombardia la Fiera Internazionale del Turismo Sportivo e Accessibile in calendario da giovedì 27 a domenica 30 Settembre prossimi nello spazio espositivo di Malpensa Fiere, a Busto Arsizio (Va) organizzata  da "Stevents e Twis" . Martedì 10 Luglio, la presentazione ufficiale a Palazzo Pirelli alla presenza degli assessori regionali Martina Cambiaghi, Sport e Giovani; Lara Magoni, Turismo, Marketing territoriale, Moda e Design, e Alessandro Mattinzoli, titolare della delega allo Sviluppo
Economico.

Giornata clou sarà quella di venerdì 28 Settembre dove sono in programma gare a cui parteciperanno atleti diversamente abili che si confronteranno su più discipline con un altrettanto ricco programma di conferenze ed eventi all'insegna del principio fondante dell'inclusione. Il tutto nell'ambito della Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico 2018, ospitata quest'anno dalla Lombardia a seguito dell'accordo con Luca Pancalli, presidente del C.I.P. (Comitato Italiano Paralimpico). L'intesa con Regione Lombardia è stata conclusa in tempi rapidi con forti motivazioni da ambo le parti per una collaborazione duratura.

Quattrocento cinquanta espositori, 250 buyer, 30.000 visitatori, 25 federazioni sportive: sono solo alcuni dei numeri previsti per la prima Fiera Mondiale del
Turismo Sportivo e Accessibile (W.S.T. Show) che si svolgerà, in Lombardia, nella sede di Malpensa Fiere a Busto Arsizio (Va), dal 27 al 30 Settembre. 

Numeri destinati, nel breve periodo, a crescere o addirittura a raddoppiare, secondo le stime dell'Osservatorio nazionale del Turismo, dell'Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO), di Federturismo e del World Travel and Tourism Council (WTTC).

In Europa, come ha ricordato l'assessore al Turismo, Marketing territoriale, Moda e Design, Lara Magoni, risiedono infatti circa 138,6 milioni di persone diversamente abili, di cui poco più di 80 milioni affetti da disabilità e 30 milioni costituito da anziani con scarsa accessibilità. Secondo un primo studio condotto sul tema dall'Unione Europea nel 2012 i loro spostamenti si sono tradotti in 783 milioni di viaggi, con un trend di crescita costante dell'1,2 per cento annuo, destinati a salire a 862 milioni nel 2020.

Tutto ciò si quantifica in un fatturato diretto di 357 miliardi di euro annuo (dal 2012), che sale a 876 miliardi se si estende all'indotto, con riflessi occupazionali quantificati in 8,7 milioni di posti di lavoro. Si tratta di dati numerici enormi che esortano il sistema turismo italiano ad agire per intercettare questi nuovi flussi e inserirli in un circuitovirtuoso.

Nel 2017 il fatturato del turismo italiano è stato di 44 miliardi di dollari (dati UNWTO) e il contributo diretto e indiretto del settore turistico all'economia, pari al 13% del PIL con un indice di crescita prevista per l'anno in corso dell'1,8 per cento (dati WTTC). Il turismo sportivo, secondo i dati di Federturismo, contribuisce con un giro d'affari di 6,3 miliardi di euro, frutto di oltre 10 milioni di viaggi che generano più di 60 milioni di pernottamenti in strutture ricettive.

Il podio spetta allo sci, (18,7 per cento del totale) con forte presenza straniera, seguito dal ciclismo (11,4 per cento) grazie alla qualità dei percorsi. Il trekking occupa il terzo gradino con l'8,5 per cento dei praticanti complessivi disposti a raggiungere nuove mete per seguire il loro sport preferito.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Luglio 1866  vittoria italiana nella battaglia di Pieve di Ledro durante la Terza guerra di indipendenza italiana

Social

newFB newTwitter