Menaggio, 16 luglio 2018   |  

Menaggio: operazione Donnici contro spaccio nell'alto lago (aggiornamento)

L'indagine svolta dai Carabinieri ha portato alla luce oltre una rete di spaccio di stupefacenti anche abusi sessuali ai danni di una minorenne

Aggiornamento: Alle prime luci dell’alba, nelle Province di Como e Potenza, i Carabinieri della Compagnia di Menaggio hanno eseguito 8 ordinanze di custodia cautelare, emesse dal tribunale lariano, nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “Donnici”.

L’operazione, volta a disarticolare lo spaccio delle sostanze stupefacenti nel territorio del “medio lago” ed in particolare nei paesi di Porlezza e Carlazzo, è il frutto di un’attività di indagine, coordinata dal Sostituto Procuratore Dott.ssa Alessandra Bellù e condotta dal Nucleo Operativo della Compagnia di Menaggio, che ha avuto inizio nel mese di Aprile 2017.

Nel corso dell’investigazione, prima dell’epilogo odierno, sono stati già assicurati alla giustizia oltre 14 persone -delle quali 5 tratte in arresto- per reati connessi allo spaccio di stupefacenti e sequestrati quantitativi di droghe di vario tipo. 

L’indagine lunga e complessa, sia per l’estensione temporale che per attività compiute, fondata prevalentemente su tecniche di polizia cd ”tradizionali” (sono state eseguite diverse perquisizioni in varie province della Lombardia), ha necessitato altresì del supporto di una consistente attività tecnico – captativa, decretata dall’A.G. inquirente ed ha consentito di acclarare il canale di approvvigionamento della sostanza stupefacente che, dall’area del milanese, trovava sbocco in un fornitore italiano, censurato, di Fino Mornasco (già arrestato nel corso dell’operazione “Foresta Verde”, eseguita il 5 Maggio scorso, della Compagnia di Cantù).

Gli operanti, infatti, hanno incontrato rilevanti difficoltà operative in relazione all’estrema diffidenza a collaborare degli assuntori di droga nonché all’estrema problematicità nel non farsi notare nel corso dei numerosi appiattamenti, anche notturni, nel contesto dei piccoli borghi lariani. Durante le stesse operazioni investigative è stata anche accordata una ordinanza di custodia cautelare in carcere verso un soggetto - oggi colpito da ulteriore misura per reati di spaccio - , poiché sono emersi gravi indizi di colpevolezza in ordine a reati sessuali posti in essere nei confronti di minorenne infrasedicenne.

L’articolato dispositivo schierato all’alba, di questa mattina lunedì 16 Luglio, dall’arma, composto da oltre 40 militari, si è avvalso del prezioso ausilio delle unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Casatenovo, specializzate nella ricerca di ogni tipologia di stupefacente e della collaborazione del Comando Provinciale di Potenza. Gli otto destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere sono stati tradotti presso varie case circondariali del territorio nazionale, a disposizione dell’A.G. mandante.

***************

 

"Donnici" così è stata chiamata l'operazione scattata stamane, lunedì 16 Luglio, alle prime luci dell’alba, nelle Province di Como, i Carabinieri della Compagnia di Menaggio hanno eseguito 8 ordinanze di custodia cautelare, emesse dal Tribunale lariano. 

L’operazione, ha lo scopo di disarticolare lo spaccio delle sostanze stupefacenti nel territorio dell’alto lago ed in particolare nei paesi delle valli ascendenti, è il frutto di un’attività di indagine, coordinata dal Sostituto Procuratore Dott.ssa Alessandra Bellù e condotta dal Nucleo Operativo della Compagnia di Menaggio, che ha avuto inizio nel mese di Aprile 2017.

Nel corso dei mesi sono stati già assicurati alla giustizia diversi soggetti, arrestati a vario titolo per reati relativi lo spaccio di stupefacenti e sequestrati quantitativi di droga di vario tipo. Durante l' indagine è stata anche accordata una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di  un soggetto,  oggi colpito da ulteriore misura per reati di spaccio , poiché sono emersi gravi indizi di colpevolezza in ordine a reati sessuali  nei confronti di minorenne.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Agosto 1419 posa della prima pietra dello Spedale degli Innocenti a Firenze, ritenuto il primo edificio rinascimentale mai costruito

Social

newFB newTwitter