Como , 26 dicembre 2020   |  

Natale la miascia lariana protagonista a Roma

Per le feste ci si diverte coi dolci fatti in casa

miascia torta lago como

crediti la cucina italiana.it

Tornano in tavola le ricette della nonna con oltre otto cittadini su dieci (82%) che in questi giorni acquistano prodotti di origine nazionale per preparare i dolci e gli altri piatti della tradizione e sostenere l’economia nazionale dopo la crisi causata dalla pandemia. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixe’ diffusa in occasione del lockdown delle Feste con la sfilata dei dolci regionali del Natale nel mercato di Campagna Amica al Circo Massimo in via San Teodoro 74 a Roma: qui è arrivata anche tradizionale miascia lariana, in rappresentanza della tradizione lariana e altolombarda. Inoltre, sempre al mercato della capitale, i cuochi contadini hanno svelato i segreti della cucina per i dolci locali ed è anche possibile fare acquisti last minute per regalare a se stessi o agli altri prodotti agroalimentari da mettere sotto l’albero o portare a tavola.

Con tutto il Paese in zona rossa, la preparazione casalinga dei dolci della tradizione – sottolinea Coldiretti Como Lecco - consente di utilizzare al meglio il maggior tempo da trascorrere tra le mura domestiche ma anche di risparmiare e ridurre al minimo le uscite. Si tratta spesso di specialità le cui ricette sono tramandate da generazioni e rappresentano un vero e proprio patrimonio culturale del Paese. Accade così che, assieme agli immancabili panettone ed il pandoro sulle tavole sono tornate anche le ricette casalinghe della tradizione contadina.

Da Nord a sud del Bel Paese – sottolinea la Coldiretti – le specialità riscoperte sono moltissime e tutte fortemente legate al territorio. Oltre alla miascia, in tutta l’area lariana sono presenti i dolci e i “pani dolci” con l’uvetta, mentre nella zona di Bellagio è di tradizione il pan mataloch con il suo ricco impasto.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Gennaio 1992 la Comunità Europea riconosce formalmente la Slovenia e la Croazia.

 

Social

newFB newTwitter