Como, 16 marzo 2020   |  

Quando don Bosco pregava per vincere il colera

Il Rettor Maggiore invita l'intera Famiglia salesiana (400.000 persone in 132 nazioni) a fare la novena straordinaria a Maria Ausiliatrice perché interceda presso il Padre nel tremendo momento generato da Covid19

don boscoc43fb496c69766fe1eff14fdeef7dcdb XL

San Giovanni Bosco (credit Diocesi di Torino)

Da Torino, don Ángel Fernández Artime, rettore maggiore e successore di Don Bosco nella guida dei Salesiani di tutto il mondo, ha scritto a tutte comunità per invitarle ad un gesto di fede e di amore “fuori dall’ordinario”.

Questo il testo: «Cari confratelli, cara Famiglia Salesiana, cari giovani! In questi giorni guardandoci attorno e ascoltando le varie notizie siamo tutti mossi da vera attenzione e compassione per ciò che sta accadendo attorno a noi, nelle nostre città e nei nostri paesi. Stando qui a Torino risuona forte nel mio cuore il racconto del 1854 in cui Don Bosco invita i giovani di Valdocco ad "alzarsi in piedi" e dare una mano per l'epidemia del Colera.

Anche noi oggi non vogliamo restare seduti a guardare. Sento che questa sia l'occasione perché come Famiglia possiamo alzare le nostre mani e la nostra preghiera al Padre per Intercessione di Maria Ausiliatrice. Invito tutta la Famiglia Salesiana a vivere una Novena Straordinaria a Maria Ausiliatrice nei prossimi giorni dal 15 al 23 marzo e insieme il giorno 24 faremo una Consacrazione a Maria, nostra Madre e Maestra. Questo mio invito va soprattutto a voi miei cari giovani!»

I Salesiani sono 15.298 (compresi vescovi e novizi). Sono presenti nei cinque continenti del globo, in 132 nazioni. Le loro opere si raggruppano per Regioni, Ispettorie e Presenze Locali. Esistono 7 Regioni, con 86 Ispettorie. La Famiglia Salesiana conta circa 400.000 membri.

 

IL COLERA DEL 1854

 

Sul principio dell’agosto 1854 scoppiò in Torino il colera. Don Bosco l’aveva preannunziato, e già fin dal mese di maggio aveva detto ai suoi giovani: – Quest’anno ci sarà il colera a Torino, e vi farà grande strage; ma se voi farete ciò che vi dico, sarete salvi.
– E che cosa dobbiamo fare?
– Prima di tutto, vivere in grazia di Dio; poi, portare al collo una medaglia che io benedirò e darò a tutti, e recitare un Pater, Ave e Gloria ad onore di S. Luigi.
I casi di colera salirono ben presto a cinquanta al giorno. In tre giorni superarono i 1400. La regione più afflitta fu quella di Valdocco, ove si trovava appunto l’Oratorio; e mentre molte famiglie furono interamente distrutte, dei giovani e del personale dell’Oratorio nessuno fu menomamente toccato, quantunque una gran parte si fossero offerti di andare ad assistere i colerosi nelle case e nei lazzaretti.
Don Bosco, che loro andava ripetendo: «Se non farete peccati, io vi assicuro che nessuno sarà toccato», fu veramente profeta.

Don Bosco quando era richiesto di qualche grazia soleva rispondere: “Se volete ottenere grazie dalla S. Vergine fate una novena”. Le disposizioni d’animo perché la novena sia efficace sono per Don Bosco le seguenti: «Di non avere niuna speranza nella virtù degli uomini: fede in Dio. La domanda si appoggi totalmente a Gesù Sacramentato, fonte di grazia, di bontà e di benedizione. Si appoggi sopra la potenza di Maria che in questo tempio Dio vuole glorificare sopra la terra. Ma in ogni caso si metta la condizione del “fiat voluntas tua” e se è bene per l'anima di colui per cui prega».

 

NOVENA STRAORDINARIA a MARIA AUSILIATRICE
[di una settimana]

 

Guida: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Tutti: Amen
Guida: Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra.

Tutti: Dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen

Guida: Ave o Maria, piena di grazia, il Signore è conte. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.
Tutti: Santa Maria, madre di Dio, prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen

Guida: Gloria la Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Tutti: Come era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.

Guida: Sia lodato e ringraziato ogni momento
Tutti: il Santissimo e Divinissimo Sacramento

Guida: Salve o Regina,
Tutti: madre di misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A Te ricorriamo, noi esuli figli di Eva; a Te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi Tuoi misericordiosi. E mostraci dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del Tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Guida: Maria, aiuto dei cristiani,
Tutti: prega per noi.

[ si ripete tutto per 3 volte ]

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

31 Maggio 1972 a Peteano (Gorizia) una pattuglia di carabinieri, accorsa in seguito ad una telefonata, incappa in una bomba: tre le vittime. Il fatto sarà ricordato come strage di Peteano

Social

newFB newTwitter